Apnea notturna? Sintomi, cause e rimedi naturali, cura bambini

L'apnea notturna è un disturbo del sonno che provoca l'interruzione del respiro mentre si dorme, sintomi sindrome ostruttiva OSA rimedi naturali, cause

Commenti 0Stampa

L'apnea notturna il cui nome scientifico è apnea ostruttiva nel sonno OSA, è un disturbo caratterizzato dalla ripetuta interruzione del respiro per alcuni secondi mentre si dorme.

Tale fenomeno, oltre che a causare serie ripercussioni sia sulla qualità del sonno che da svegli con un senso di sonnolenza e stanchezza che si protrae per tutto il giorno, potrebbe essere un fattore di rischio per favorire l'insorgere di alcuni tipi di malattie cardiache, neurologiche e vascolari come l'infarto o l'ictus. 

 

Cos'è l'apnea notturna e cause?

L'apnea notturna è un disturbo del sonno molto frequente che colpisce circa il 24% della popolazione maschile e nel 9% quella femminile nella mezza età. L'apnea notturna, generalmente, non è pericolosa visto che solo nel 4% dei casi di uomini e il 2% delle donne, viene richiesto un trattamento terapeutico dell'apnea, con circa 1 milione e 600 mila persone in Italia.

Ma cos'è l'apnea notturna e quali sono le cause che provocano l'apnea ostruttiva nel sonno? Innanzitutto, va detto che l'apnea è causata dal rilassamento muscolare. La perdita di tonicità dei muscoli delle pareti delle prime vie aeree, provoca continue vibrazioni che portano la persone a russare fragorosamente, fino ad arrivare nelle situazioni più gravi,  al collasso delle pareti con l'interruzione del respiro durante durante il sonno. Tale alterazione, viene appunto definita apnea ostruttiva del sonno, OSA che può comportare a stati di sonnolenza, stanchezza e irrequietezza durante la fase diurna.

 

Apnea notturna sintomi:

I sintomi più comuni dell'apnea notturna, sono una conseguenza della mancanza di un sonno tranquillo e rigenerante. il fatto che chi soffre di apnee notturne, solitamente non si accorge delle interruzioni del respiro, è perché queste avvengono durante il sonno per cui ci si può accorgere di soffrire di questo disturbo del sonno, se al risveglio e durante il giorno si avvertono i seguenti sintomi:

  • Russare

  • Insonnia durante la notte.

  • Eccessiva sonnolenza durante la giornata con difficoltà di ragionamento e di deambulazione che può risultare particolarmente invalidante invalidante per le attività che richiedono controllo e vigilanza come guidare o lavorare.

  • Difficoltà di concentrazione.

Inoltre, questi sintomi possono essere ulteriormente aggravati in presenza di altre patologie come l'obesità, l'ipertensione, ossia, pressione alta minima e massima.

 

Apnea notturne come si esegue la diagnosi?

Per eseguire la diagnosi di apnea notturne, occorre rivolgersi a centri specializzati nello studio del sonno dove è possibile eseguire un'indagine strumentale chiamata polisonnografia. Tale strumentazione, consente di eseguire un attento esame specifico e non invasivo mediante la registrazione dei parametri del cuore e del respiro durante il sonno, l'ossigenazione del sangue e dell'attività celebrale.

L'esame viene quindi eseguito mentre il paziente dorme applicando dei sensori vicino ai bulbi oculari, sulle gambe e sul torace, uno sul pollice e degli elettrodi sul torace.

Ovviamente, questo tipo di esame è molto sofisticato e serve soprattutto per le situazioni in cui la diagnosi di OSA è particolarmente difficoltosa. Sarà comunque cura del medico specialista, dover scegliere la giusta strumentazione per verificare l'esistenza delle apnee notturne.

 

Apnea notturna nei bambini:

La sindrome dell’apnea notturna oltre che negli adulti può presentarsi anche nei bambini con sintomi analoghi.

L'apnea notturna nei bambini, è infatti la prima causa di problemi di apprendimento del bambino a causa della mancanza di concentrazione, irrequietezza e problemi comportamentali. Il primo campanello di allarme per i genitori, quindi deve essere quello di verificare se durante il sonno il bambino russa e se presenta i seguenti sintomi:

  • Obesità o perdita di peso;
  • Respirazione solo attraverso la bocca e non il naso;
  • Problemi di adenoidi e tonsille;
  • Disturbi del sonno come insonnia e irrequietezza;
  • Malessere e sonnolenza durante il giorno;
  • Iperattività diurna e difficoltà nella concentrazione;
  • Comportamento aggressivo .

La diagnosi e la cura dell'apnea notturna nei bambini, viene eseguita dapprima portando il bambino a visita dal pediatra che prescriverà in base alla valutazione dei sintomi una visita specialistica otorinolaringoiatra per verificare eventuali problemi alle tonsille o alle adenoidi, e una visita presso centri specializzati nello studio del sonno. 

 

Apnea notturne rimedi naturali e cura:

Una volta stabilita la causa e la diagnosi di OSA e verificata l'entità dei sintomi dell'apnea notturna, ovvero, la gravità del disturbo respiratorio e le conseguenze associate dalla mancanza di qualità del sonno, il medico specialista indica la cura apnea notturna più adeguata.

Tale cura, si basa innanzitutto sulla correzione del proprio stile di vita come per esempio l'evitare di bere vino e alcolici in genere nelle ore serali, il non assumere sedativi o ansiolitici prima di andare a dormire, fare attività fisica in quanto l'esercizio fisico migliora lo stato psicofisico dell'essere umano, non fumare e in presenza di patologie quali obesità, per esempio riducendo il peso, per chi soffre di pressione alta invece è richiesto un trattamento farmacologico per tenere sotto controllo i picchi di pressione alta arteriosa e una dieta povera di grassi e sale.

A fianco dei rimedi naturali apnea notturna, abbiamo strumenti chiamati CPAP in grado di generare un flusso di aria continuo in modo da evitare l'interruzione del respiro e garantire un sonno qualitativamente migliore, inoltre vi sono dei dispositivi orali da collocare nella bocca, al fine di aumentare il movimento delle prime vie aeree e impedire l'apnea. A livello chirurgico l'apnea notturna, viene trattata solo in quei pazienti in cui vi sono delle alterazioni anatomiche delle vie aeree superiori come le tonsille e le adenoidi.

COPYRIGHT RIMEDISALUTE.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Le informazioni riportate negli articoli del sito RimediSalute.it non devono essere considerate sostitutive al parere medico-specialistico. Si raccomanda pertanto di consultare sempre il proprio dottore di fiducia per un attenta e precisa diagnosi dei sintomi e dei rimedi.
Ti è piaciuto questo articolo?


Lascia un commento
Contatti