Colonscopia cosa mangiare il giorno prima e dopo esame preparazione

Colonscopia cosa mangiare il giorno prima e dopo dell'esame, cibi e alimenti da evitare, dieta e preparazione per pulire l'intestino, effetti collaterali

Commenti 0Stampa

Cosa si può magiare prima e dopo l'esame della colonscopia? Tanti sono gli alimenti che devono essere evitati prima di effettuare la colonscopia, in quanto potrebbero inficiare i risultati e compromettere l'esame stesso.

 

Colonscopia che cos'è e come funziona?

La colonscopia è un esame che serve per controllare lo stato di salute del grosso intestino, ovvero retto e colon. Questo tipo di esame da sempre è considerato molto fastidioso perché consiste nell'inserire un sondino dal retto e facendolo risalire lungo l'intestino per ispezionare in modo accurato le pareti delle mucose al fine di diagnosticare la presenza di eventuali polipi, infiammazioni o neoplasie.

Durante l'esame è possibile inoltre che il medico decida di asportare un piccolo campione di tessuto per procedere poi all'esame istologico. La durata della colonscopia può andare da mezzora ad un massimo di 1 ora ma molto dipende dal medico e dalla situazione clinica del paziente. Prima e durante la colonscopia, il paziente può avvertire molta ansia e tensione, per questo per rendere l'esame più semplice, è possibile richiedere la somministrazione di un sedativo che consenta di addormentare leggermente o profondamente il paziente.

Per la sedazione leggera, viene somministrato un farmaco sedativo ed un antidolorifico, in modeste quantità che permette al paziente di essere sempre cosciente senza però avvertire alcun dolore, la sedazione profonda il parziale viene addormentato e non risponde agli stimoli esterni. La sedazione totale, invece, è un'anestesia generale consigliata per pazienti in età pediatrica, affetti da malattie psichiatriche, per chi soffre di stati ansiosi e attacchi di panico, grandi obesi e cardiopatici o asmatici.

 

Colonscopia cosa mangiare prima dell'esame?

Cosa mangiare prima della colonscopia? Prima di sottoporsi alla colonscopia, il paziente riceve sempre le indicazioni da seguire, specialmente le indicazioni sulla preparazione all'esame che consistono in una specifica dieta da seguire e le informazioni terapeutiche per svuotare l'intestino. La dieta e lo svuotamento dell'intestino sono essenziali per il buon esito della colonscopia, in termini di accuratezza e risposta chiara dell'esame diagnostico. Innanzitutto, il paziente deve iniziare la dieta specifica 3 giorni prima di sottoporsi alla colonscopia, mangiando i soli alimenti privi di scorie. 

Quali sono quindi gli alimenti che si possono mangiare?

Pane e pasta con farina 00, riso, biscotti e crackers.

Carne bianca, pesce e formaggi sono ammessi.

Patate senza buccia.

Bevande senza fibre.

 

Cosa non si deve mangiare prima della colonscopia?

Cosa non si deve mangiare prima dell'esame? Ci sono diversi alimenti che devono essere assolutamente evitati per non compromettere l'esito della colonscopia in quanto lasciano nell'intestino una grande quantità di scorie. Le scorie infatti impediscono al medico di verificare e analizzare le mucose che rivestono colon e retto attraverso la sonda.

Pertanto i cibi che non si possono mangiare nei 3 giorni che precedono l'esame sono: pane, pasta e dolci fatti con farina integrale, di granturco, avena e crusca. No a dolci con cioccolato, cocco e frutta secca e neanche yogurt con pezzi di frutta. Tra la frutta, niente frutti di bosco e né frutta non cotta, per quanto riguarda la verdura è assolutamente vietata sia fresca che cotta sono ammesse solo patate bollite senza buccia e carote.

Tra la carni non magiare quella rossa e prediligere il pollame, pesce e frutti di mare. Banditi anche tutti i legumi e i condimenti grassi come strutto e burro preferire margarina e olio extravergine di oliva. Per quanto riguarda la minestrina che deve essere assunta il giorno prima dell'esame, va preparata con brodo vegetale fatto con patate e carote no quindi a brodi con dado e passati di verdure. 

Per quanto riguarda, invece, su ciò che è consentito bere nei 3 giorni prima, vanno bene latte scremato, bevande decaffeinate, succhi di frutta senza polpa mentre sono assolutamente vietati cappuccino, caffè, latte intero e bevande alcoliche.

 

Cosa mangiare il giorno prima della colonscopia?

Se la colonscopia viene eseguita al mattino, il paziente il giorno prima può mangiare a colazione una tazza di tè o di latte con 2 fette biscottate e un po' di marmellata. A

pranzo una minestrina senza verdure con pastina da brodo 00 con un velo di parmigiano oppure semolino, e un vasetto di yogurt o un gelato. A cena invece semolino o minestrina, gelato, tè e acqua a volontà. Il giorno dell'esame è necessario rimanere digiuni.

Se la colonscopia viene eseguita nel pomeriggio la dieta di preparazione è la stessa di cui sopra con la differenza che il giorno dell'esame si può fare colazione alle 7:00 con camomilla o tè, miele o marmellata. E' importante non mangiare nulla fino a dopo l'esame. 

 

Coloscopia cosa mangiare dopo?

Una volta terminata la colonscopia, la cui durata ricordiamo varia da 30 minuti ad un massimo di 1 ora, il paziente può essere portato a casa. E' importante però che il paziente non guidi e sia accompagnato da un'altra persona, inoltre, non deve prendere decisioni importanti fino al giorno successivo, perché la facoltà di giudizio e i riflessi potrebbero essere un po' rallentati, se viene somministrato il farmaco per la sedazione. Potrebbero inoltre verificarsi crampi o episodi di meteorismo a causa dell’aria introdotta durante l’esame. Cosa mangiare dopo la colonscopia? Dopo l’esame il paziente può mangiare qualsiasi cosa.

 

Colonscopia preparazione per pulire l'intestino:

Prima di sottoporsi alla colonscopia, il paziente deve seguire una dieta specifica per 3 giorni. Con la dieta, viene prescritta anche una determinata preparazione che consente di pulire l'intestino al fine di agevolare e favorire il passaggio del sondino nel colon e retto.

La preparazione varia a seconda della prescrizione medica, da soggetto a soggetto, generalmente però esistono due tipi di preparazione entrambe a base di polietilenglicole PEG che sono:

  1. Preparazione colonscopia ad alto volume PEG da 4 litri: il più comune è l'Isocolan da sciogliere in acqua. In tutto sono 8 bustine da diluire 2 per ogni litro da bere in 4 volte.

  2. Preparazione colonscopia a basso volume PEG da 2 litri.

La preparazione per pulire l'intestino va bevuta in base all'orario in cui è stata fissata la colonscopia, se è al Mattino tra le 8:00 e le 13:00, la preparazione va bevuta dal giorno prima, ossia, 2 litri tra le ore 17:00 e le ore 18:00. I successivi 2 litri invece vanno assunti dalle ore 6.00 alle ore 7.00.

Se la colonscopia è fissata dopo le ore 13:00, la soluzione per pulire l'intestino va bevuta dal pomeriggio del giorno precedente l’esame tra le ore 17.:0 e le ore 19:00. i successivi 2 litri vanno bevuti al mattino del giorno dell’esame dalle ore 9.00 alle ore 11.00. 

 

Quali sono gli effetti collaterali della colonscopia?

Gli effetti collaterali della colonscopia sono temporanei e di lieve entità. I più comuni sintomi sono dovuti dalla somministrazione del farmaco sedativo che possono causare intorpidimento, brividi di freddo, stato confusionale per questo in caso di sedazione profonda o totale, si deve attendere in ospedale un paio di ore prima di poter tornare a casa. Inoltre, è possibile che al termine dell'esame, il paziente possa avvertire crampi e gonfiore addominale, meteorismo, dolore intestinale, perdite con sangue, vertigini e debolezza.

Tutti gli effetti collaterali tendono a sparire entro le 12 ore successive all'esame. Nel caso in cui dovessero proseguire, si consiglia di rivolgersi immediatamente al medico, in quanto potrebbero esserci delle complicanze causate dall'eventuale biopsia o polipectomia, dal momento che sul punto in cui è stato sezionato il campione di tessuto, potrebbero verificarsi dei sanguinamenti. 

 

Colonscopia avvertenze se si assumono farmaci:

Se si assumono farmaci ci sono delle avvertenze particolari per la colonscopia? Si ci sono delle avvertenze e precauzioni d'uso. Per cui è molto importante, prima di sottoporsi all'esame, informare il medico su quali e in quali dosi si assumono i farmaci prescritti.

E’ possibile continuare a prendere regolarmente i propri farmaci, fatta eccezione per gli integratori di ferro, che devono essere sospesi una settimana prima dell'esame.

In caso di assunzione di farmaci quali antiaggreganti e anticoagulanti, è necessario informare il medico, per definire la modalità di sospensione nei giorni precedenti la colonscopia.

I pazienti con gravi patologie cardiache, presunta gravidanza o donne in allattamento, bambini e anziani oltre i 75 anni con difficoltà all’assunzione di liquidi, pazienti diabetici che assumono insulina o con insufficienza renale cronica o in dialisi, è necessaria una preparazione personalizzata alla colonscopia. Inoltre, occorre avvertire il medico in caso di stitichezza prolungata accompagnata da vomito e gonfiore addominale e nel caso in cui il paziente sia portatore di protesi valvolari cardiache o pace-maker.

COPYRIGHT RIMEDISALUTE.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Le informazioni riportate negli articoli del sito RimediSalute.it non devono essere considerate sostitutive al parere medico-specialistico. Si raccomanda pertanto di consultare sempre il proprio dottore di fiducia per un attenta e precisa diagnosi dei sintomi e dei rimedi.
Ti è piaciuto questo articolo?


Lascia un commento
Contatti