Diarrea cosa mangiare? Sintomi bambini e gravidanza, cause e rimedi

Diarrea cosa mangiare e cosa no, cibi da evitare sintomi dissenteria adulti, bambini e donne in gravidanza, cause e rimedi naturali contro le scariche

Commenti 0Stampa

La diarrea è un disturbo molto comune che colpisce adulti, bambini e donne in gravidanza. Spesso è causata da batteri, infezioni o virus intestinali ma per parlare di dissenteria, altro nome con cui è conosciuta la diarrea, occorre che si verifichino episodi acuti che portano la persona ad andare in bagno più di 3 volte nell'arco della stessa giornata.

Solitamente la durata della diarrea varia da 1 a 2 giorni e per poi scomparire da sola o è più prolungata, fino ad una settimana, se la causa è originata da un problema più serio.

 

Diarrea sintomi e cause:

Quali sono i sintomi e le cause della diarrea? Molto spesso gli episodi di diarrea sono accompagnati da una serie di sintomi, i più comuni sono:

  • dolore addominale;
  • crampi;
  • gonfiore;
  • continue scariche;
  • nausea;
  • possibili tracce di sangue nelle feci che all'occhio appaiono molto liquide.

Le cause della diarrea o dissenteria possono essere dovute a vari fattori come per esempio:

Virus intestinali specialmente nel periodo influenzale, in quanto è un sintomo caratteristico con cui si manifesta l'influenza;

  • a causa di infezioni da herpes simplex o per l'epatite C;
  • per infezioni batteriche dovute ad acqua contaminata, la cosiddetta diarrea del viaggiatore che colpisce i turisti in visita in paesi stranieri dove l'acqua usata per bere o per lavare i cibi risulta contaminata da parassiti, batteri o virus.
  • Altre cause della diarrea possono essere reazione ad antibiotici e farmaci chemioterapici,
  • intolleranze alimentari quali al latte e latticini, dolcificanti o conservanti contenuti nei cibi industriali;
  • disturbi funzionali a carico dell'intestino come la sindrome da colon irritabile.

 

Diarrea bambini cosa mangiare? Sintomi, cause e rimedi:

La diarrea nei bambini è un fenomeno molto frequente che compare nella maggior parte dei casi come sintomo caratteristico degli stati influenzali e molto meno per infezioni batteriche o disfunzionali.

Nel bambino la dissenteria acuta, è uno stato diarroico che si protrae per 1 o 2 giorni con scariche di 4 o 5 volte al giorno, si può parlare di patologia solo se la diarrea è accompagnata da altri sintomi come vomito, disidratazione e perdita di peso o sangue nelle feci.

Generalmente la diarrea nei bambini è causata da infezioni virali e virus intestinali, e scompare da sola senza il bisogno di assumere farmaci bloccanti ma con una dieta bilanciata e tanti liquidi per deidratare il bambino.

Ciò nonostante, è sempre importante contattare il pediatria per avere un parere medico sullo stato di salute del bambino. Uno dei maggiori ricchi legati alla dissenteria nei bambini ma anche negli adulti, è la disidratazione a causa della perdita di grandi quantità di liquidi durante l'evacuazioni, per cui è importante riconoscere i primi sintomi che possono essere innanzitutto labbra secche e lingua asciutta, occhi scavati e alone intorno agli occhi, assenza di urine per più di 8 ore, mancanza di lacrimazione, perdita di peso oltre il 3%, irrequietezza e eccessivo sonno nel bambino.

Diarrea: auando è meglio chiamare il pediatra? Il pediatra dovrebbe essere subito chiamato se il bambino presenta più di 4 o 6 scariche molto acquose nelle ultime 8 ore, se la diarrea è associato vomito e febbre, se il bambino ha meno di 3 mesi o è affetto da diabete o da altre gravi patologie, se si nota sangue nelle feci se la dissenteria di protrae per più di 3 giorni.

Rimedi diarrea bambini: fino a qualche tempo fa, come rimedio contro la diarrea nei bambini veniva indicata dagli esperti una dieta in bianco o il digiuno, oggi invece, l'OMS, Organizzazione Mondiale della Sanità e la Società Pediatrica Europea di Gastrontologia Epatologia e Nutrizione, consigliano tra i rimedi per la diarrea, la reidratazione del bambino attraverso l'assunzione di soluzioni reidratanti  e una normale alimentazione.

La terapia di reidratazione nel bambino deve iniziare già nel primo giorno in cui si manifesta la diarrea attraverso la somministrazione orale di soluzioni di reidratazione orale chiamata SRO da assumere in semplici bustine da sciogliere in acqua. Il dosaggio della terapia idrica e idrolitica va prescritto secondo indicazione del proprio pediatrica, solitamente per bambini fino a 2 anni la dose è di 50-100 ml, da 100 a 200 ml per kg nei bambini da 3 a 9 anni. Per quanto riguarda invece la alimentazione che il bambino deve seguire durante la diarrea, questa deve essere bilanciata e senza particolari indicazioni, in quanto è stato osservato che il giusto apporto calorico consente al bambino di guarire prima.

Diarrea bambini cosa non mangiare? Il bambino in diarrea può mangiare qualsiasi alimento ma vanno comunque evitati i cibi troppo ricchi di zuccheri semplici e il latte, succhi di frutta e bevande zuccherate, uva e frutta secca, gelato e latticini in generale, cioccolato, caffè e tè, gomme da masticare e caramelle.

 

Diarrea in gravidanza cosa fare e mangiare, rimedi:

La diarrea in gravidanza è un sintomo comune nei primi 3 mesi di gestazione al pari della nausea, del vomito e della stipsi e costipazione, questo perché nella donna si verificano cambiamenti ormonali che possono incidere anche sull'intestino. Anche lo stress e l'ansia possono provocare episodi di dissentire come l'assunzione delle stesse vitamine.

Pertanto se in gravidanza si verificano episodi di diarrea acuta, è necessario rivolgersi al proprio ginecologo per appurare che la diarrea non sia un sintomo di una patologia più grave dovuta per esempio ad un'infezione batterica da salmonella o da stafilococco, o da parassiti o da virus come il rotavirus che si attacca attraverso acque o cibi contaminati o se è semplicemente un fenomeno transitorio e quindi assolutamente non pericoloso per la mamma e il bambino.

Come nei bambini anche per le donne in gravidanza, il rischio della diarrea è la disidratazione della mamma e del piccolo per cui è fondamentale reintrodurre una grande quantità di liquidi bevendo acqua liscia, tè con limone, acqua calda e zucchero con 1 cucchiaino di bicarbonato, per quanto riguarda la dieta durante la diarrea in gravidanza, la mamma dovrebbe assumere alimenti astringenti e leggeri come ad esempio banane, riso bollito, mele, carne al vapore, patate e carote. Un altro rimedio naturale contro la diarrea in gravidanza è assumere un frullato di carote cotte al vapore in per favorire la protezione dell'intestino, 1 spicchio di aglio senza anima o da assumere in capsule per prevenire la diarrea e infezioni batteriche e virus e un infuso alla camomilla contro crampi e mal di pancia.

 

Diarrea cosa mangiare e cosa no?

Durante la diarrea, gli adulti, bambini e donne in gravidanza subiscono un forte processo di disidratazione a causa della perdita di liquidi dovuta alle continue scariche acquose. Pertanto una buona dieta deve prevedere il giusto apporto di liquidi e di alimenti che possono facilitare la guarigione, evitando cibi troppo grassi o che potrebbero favorire l'evacuazione. Diarrea cosa mangiare e cosa no? Durante la diarrea gli adulti dovrebbero evitare di mangiare formaggi freschi, latte e latticini preferendo formaggi stagionati non piccanti e non troppo salati. Nella fase acuta della diarrea, vanno inoltre evitate verdure e frutta sostituendole con spremute di arance e succo di limone ricchi di vitamine e dall'azione astringente. Si a patate, carote, finocchi, bietola, zucchine lessate e condite con un filo d'olio e limone. per quanto riguarda la pasta preferire il riso bollito lasciando un po' di acqua di cottura ricco di amido, da condire con un filo di olio a crudo e un cucchiaio di parmigiano, evitando burro e strutto, oppure, brodo vegetale fatto con patate e carote con un po' di pastina, pasta con sugo semplice senza ragù, spezie. peperoncino o pepe. Per il secondo preferire carne bianca e pesce grigliati o cotti al vapore da condire con limone e un fili o di olio a crudo, prosciutto crudo o cotto senza grasso o bresaola magari accompagnati da pane senza mollica. Durante la diarrea vanno evitati pizza, cornetti, torte e tutti i prodotti da forno lievitati, preferire quindi pane tostato, crackers o fette biscottate, evitare poi di zuccherare le bevande e aggiungere solo piccole quantità di miele. 

Diarrea cosa mangiare a colazione? Durante la diarrea la colazione deve essere leggera ma nutriente per cui non si deve assumere latte perché potrebbe favorire l'evacuazione, sostituirlo quindi con tè e limone, spremuta di arancia con succo di limone, caffè d'orzo, camomilla e 2 fette biscottate con un po' di miele. Da evitare il caffè.

Diarrea cosa bere? Per assicurarsi di non perdere eccessivi liquidi durante la dissenteria, è bene bere almeno 1,5 l al giorno di acqua naturale, centrifugati, succhi di frutta non zuccherati, tè con limone, tisane astringenti mentre sono completamente da evitare caffè, bevande alcoliche quindi anche vino e birra, bibite gassate e zuccherate.

 

Diarrea rimedi naturali:

I rimedi naturali per combattere la diarrea che si possono provare, oltre ad una dieta bilanciata e una terapia contro la disidratazione, sono costituiti da tisane, infusi e piante officinali che sono in grado di favorire una più veloce guarigione e la scomparsa dei sintomi.

  • Tra i rimedi naturali diarrea troviamo tisane a base di radici o foglie di lampone e more dall'azione astringente, a base di menta peperita che aiuta a rilassare l'intestino, alla camomilla e gelsesium oppure a base di foglie di primula, carrubo o amamelide che sono molti efficaci contro la diarrea.
  • Un altro rimedio naturale è bere del succo di mirtillo nero che è un potente antidiarroico che può essere usato o assoluto o diluito in acqua calda.
  • Tra i prodotti omeopatici indicati per il trattamento della diarrea, sono utili i granuli di Antimonim crudum se la diarrea è causata da patì troppo abbondanti, Bryonia alba per la diarrea causata dall'assunzione di bevande ghiacciate, Arsenicum album per le diarree acute.
COPYRIGHT RIMEDISALUTE.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Le informazioni riportate negli articoli del sito RimediSalute.it non devono essere considerate sostitutive al parere medico-specialistico. Si raccomanda pertanto di consultare sempre il proprio dottore di fiducia per un attenta e precisa diagnosi dei sintomi e dei rimedi.
Ti è piaciuto questo articolo?


Lascia un commento
Contatti