Gengive infiammate gonfie ritirate sanguinanti? Rimedi cause gengivite

Le gengive infiammate, gonfie, ritirate, doloranti e sanguinanti rimedi naturali della nonna al bicarbonato cause e cosa fare per alleviare sintomi bambini

Commenti 0Stampa

Le gengive infiammate, gonfie e sanguinanti sono un disturbo molto fastidioso conosciuto con il nome gengivite, un sintomo comune a diverse malattie a carico del cavo orale ma anche dovuta da un utilizzo scorretto dello spazzolino e del filo interdentale.

Vediamo quindi in dettagllo le cause che portano le gengive ad infiammarsi, a gonfiarsi e a sanguinare, i sintomi delle gengive infiammate, quali sono i rimedi naturali da usare anche in bambini, neonati e donne in gravidanza.

 

Gengive infiammate, gonfie, sanguinanti e doloranti: cause

Le gengive infiammate, gonfie e sanguinanti sono sintomi purtroppo molto frequenti in tantissime persone che si caratterizzano con l'arrossamento e gonfiore della mucosa gengivale che congestionandosi ne causa il sanguinamento. Tale infiammazione, è dovuta a vari fattori quali:

  • Placca e tartaro: è molto facile che una cattiva igiene orale possa provocare l'infiammazione delle gengive, infatti, se questa non è sufficiente può favorire la proliferazioni di batteri nella bocca a causa dei residui di cibo tra i denti. I batteri possono quindi depositarsi sulla superficie dei denti con la placca e tartaro e poi penetrare nel tessuto della mucosa causando la gengivite, e se non curata in modo adeguato e tempestivo, può degenerare in parodontite.

  • Cambiamenti ormonali: quando il corpo si trova ad affrontare variazioni e squilibri ormonali durante la fase dell'adolescenza, in gravidanza o menopausa, risponde con aumento dell'afflusso di sangue proprio nelle gengive sviluppando così una maggiore frequenza di infiammazioni e sanguinamento.

  • Farmaci: l'utilizzo di alcuni tipi di farmaci come quelli per la pressione alta o gli antiepilettici, possono favorire la comparsa di gengiviti a causa dell'aumento dell'afflusso di sangue che causa gonfiore, infiammazione e arrossamenti della mucosa gengivale, altri tipi di farmaci invece possono ridurre la salivazione e compromettere la giusta lubrificazione e ossigenazione dei tessuti, rendendo le gengive più sensibili alle infiammazioni. 

  • Mughetto: è una malattia del cavo orale causata dal fungo della candida albicans responsabile della candidosi. Il mughetto che si caratterizza con formazioni biancastre nella bocca e sulla lingua, porta anche ad infiammazioni e sanguinamento delle gengive.

  • Mancanza di Vitamina C, calco e acido folico: può causare gengive infiammate, gonfie e sanguinamento, per questo motivo è consigliabile consultare il medico e mettere appunto una dieta equilibrato con alimenti ricchi di vitamine E e di calcio e assumete eventualmente integratori di acido folico.

  • Fumo e alcolici possono compromettere le difese dell'organismo, favorendo la formazione di placca e tartaro e la proliferazione dei batteri.

  • Diabete, allergie e problemi cardiovascolari possono incidere sula comparsa di gengive infiammate e gonfie, perché queste malattie portano ad un notevole aumento dell'afflusso sanguigno nelle gengive che può sfociare in sanguinamento e dolore.

 

Gengive infiammate sintomi?

I sintomi delle gengive infiammate sono molto facili da riconoscere. La gengivite, infatti, si manifesta con il gonfiore localizzato sulla mucosa gengivale che diventa dolorante e di colore rosso scuro a causa dell'aumento del flusso di sangue che ne causa il sanguinamento sia quando si passa lo spazzolino, il filo interdentale oppure semplicemente mangiando una crosta di pane.

Un altro segno inconfondibile delle gengiviti, sono le gengive che si ritirano, le gengive ritirate infatti, portano il dente ad apparire sempre più allungato lasciando scoperta una maggiore superficie dentale e la gengiva sempre più stretta. Inoltre, l'infiammazione delle gengive può causare un aumento della temperatura corporea con febbre dai 38 a 39 gradi e mal di testa, dolore acuto localizzato sulle gengive e cattivo alito.

 

Rimedi Gengive infiammate: il bicarbonato

Per le gengive infiammate tra i rimedi della nonna più efficaci c'è il bicarbonato di sodio.

Fare degli sciacqui almeno 3 o 4 volte al giorno con acqua e bicarbonato, sale e limone, ciò può aiutare a sfiammare le gengive, a disinfettarle e a guarirle ma si può scegliere anche di passare acqua tiepida e bicarbonato, direttamente sulla mucosa utilizzando delle garze sterili.

Un altro rimedio della nonna per le gengive infiammate è fare un decotto alla salvia, facile da preparare a casa ed efficace per ridurre l'infiammazione. Per preparare il decotto alla salvia, basta prendere un pentolino di acqua portarla ad ebollizione e aggiungere una decina di foglie di salvia. Quando l'acqua è fredda, filtrare il tutto ed eseguire degli sciacqui per 3 o 4 volte al giorno, specialmente dopo i pasti.

 

Gengive infiammate bambini, neonati e in gravidanza:

Le gengive infiammate nei bambini e nei neonati sono molto comuni perché è la fase in cui si cambiano i denti provvisori o perché spuntano i primi dentini. I rimedi naturali per contrastare le gengive gonfie nei bambini e nelle donne in gravidanza che si possono utilizzare sono prodotti omeopatici a base di camomilla, aloe, timo o calendula, oppure, degli impacchi a base di camomilla, di bicarbonato o di acqua e sale.

Tali riemedi, servono quindi a combattere l'infiammazione delle gengive, il dolore e il sanguinamento, in quanto, sono prodotti dall'azione antisettica, disinfettante, antibiotica naturale. Prima di provare i rimedi sopra descritti, si consiglia sempre di consultare il pediatra o il proprio ginecologo.

 

Gengive infiammate rimedi naturali? Cosa fare:

Oltre ai rimedi della nonna per le gengive infiammate, doloranti, ritirate e sanguinanti ci sono i rimedi naturali.

I rimedi naturali gengive infiammate sono a base di aloe vera, che è un potente decongestionante, antibatterico, antibiotico naturale e disinfettante.

L'aloe vera può essere comprata in erboristeria, oppure, utilizzare la polpa estratta dalle foglie della pianta di aloe, in questo caso l'operazione va compiuta al buio in quanto la luce elimina gran parte delle proprietà benefiche dell'aloe. Pertanto procurarsi una pianta di aloe di media grandezza, spegnere la luce e staccare una foglia partendo dal basso della pianta. Dopodiché tagliare i bordi della foglia e staccare lo strato inferiore e superiore della foglia lasciando libera la polpa. Una volta ottenuta la polpa, metterla in un barattolo coperto da carta stagnola, aggiungere 1 cucchiaio di whisky o altro liquore, e 1 cucchiaio di miele di acacia e passare il tutto nel miniprimer fino ad ottenere un composto morbido ed omogeneo. Chiudere il barattolo e conservare in frigorifero fino all'uso e per massimo una settimana, usare il composto direttamente sulle gengive con una garza sterile 3 o 4 volte al giorno.

Per le gengive gonfie e doloranti, un altro rimedio naturale è la propoli o il famoso Tea tree oil, acquistabili entrambi in erboristeria o in farmacia.

Per la propoli è possibile comprare lo spray da spruzzare direttamente sulle gengive circa 3 o 4 volte al giorno mentre il Tea tree oil, è un olio essenziale che va diluito in un bicchiere d’acqua ogni 3 o 4 gocce di olio per fare degli sciacqui oppure puro direttamente sulle gengive gonfie e infiammate.

COPYRIGHT RIMEDISALUTE.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Le informazioni riportate negli articoli del sito RimediSalute.it non devono essere considerate sostitutive al parere medico-specialistico. Si raccomanda pertanto di consultare sempre il proprio dottore di fiducia per un attenta e precisa diagnosi dei sintomi e dei rimedi.
Ti è piaciuto questo articolo?


Lascia un commento
Contatti