Sbiancamento denti costi 2017: prezzo dentista, laser a Led funziona?

Sbiancamento denti 2017 è una tecnica che funziona a laser led per sbiancare denti gialli e macchiati di caffè e fumo, costi e prezzo dentista durata

Commenti 0Stampa

Lo sbiancamento dei denti è un procedimento tecnico cosmetico che consente di rimuovere le macchie che si formano sulla superficie per effetto dei segni del tempo o dall'aggressione di agenti aggressivi come la caffeina o il tabacco.

 

Sbiancamento dei denti cos'è? 

La tecnica dello sbiancamento dei denti è una tecnica di medicina estetica odontoiatrica che consente di riportare i denti al bianco naturale. Essendo una procedura che interviene direttamente sul dente, non deve essere assolutamente sottovalutata, pin quanto a seconda della tecnica impiega per tale fine, vi sono comunque controindicazioni ed effetti collaterali. Per questo motivo è sempre bene rivolgersi a professionisti che, una volta valutata la situazione del paziente, indicano la tecnica di sbiancamento denti migliore. 

 

Perché i denti diventano gialli e grigi o si macchiano?

I denti come tutto il nostro corpo, subisce gli effetti dell'invecchiamento e degli agenti aggressivi esterni, che vanno dall'inquinamento al cibo, alle bevande al fumo. I denti, in particolare, sono molto sensibili agli effetti del tempo che lo subiscono con una variazione nella colorazione da bianco al giallo-grigiastro o con macchie brunastre.

La causa di denti gialli o grigi o di macchie, è l'invecchiamento del colore non dello smalto ma della dentina. La dentina infatti col tempo perde la sua brillantezza e il suo bianco naturale e lo smalto che la ricopre, essendo traslucido, fa trasparire la colorazione giallastra. Successivamente e sempre per effetto dell'invecchiamento e degli agenti aggressivi, lo smalto tende ad assorbire via via anche i pigmenti di cibo, caffeina, tabacco che si trovano a transitare ogni giorno nella bocca, facendo così diventare i denti gialli e grigiastri o formando delle macchie scure e brunastre sulla superficie.

Per informazioni invece su otturazioni, estrazioni e protesi a prezzi scontati, vedi: dentisiti lowc cost a prezzi sociali 2017.

 

Sbiancamento dei denti per quali macchie funziona?

Lo sbiancamento dei denti dal dentista e quindi professionale, può essere effettuato per eliminare macchi e denti ingialliti e ingrigiti a causa dell'invecchiamento e di agenti esterni aggressivi.

Lo sbiancamento denti funziona soprattutto per eliminare macchie e l'ingiallimento causato da tartaro e placca, fumo e tabacco in quanto contengono catrame e nicotina che sono le principali causa di ingiallimento dei denti e macchie brunastre sulla superficie esterna del dente. Dal tannino contenuti nel thè, caffeina e vino rosso, a causa degli 

antibiotici, macchie bianche provocate dall'assunzione di farmaci, eccesso di fluoro, fattori genetici ed ereditari,età ed invecchiamento.

 

Sbiancamento denti 2017 come funziona e quali tipi?

Lo sbiancamento denti 2017 laser a led, meccanico o con sostanze, sono tutte tecniche che consentono quindi di eliminare dalla dentina e dallo smalto dei denti, tutte quelle macchie nere, grigie e giallastre che nel tempo si vengono a formare sulla superficie.  

I denti infatti avendo uno strato poroso, assorbono e subiscono nel tempo l'azione di agenti aggressivi come la caffeina, la teina, il tabacco o di cibi, i quali compromettono la luminosità dello smalto, facendolo apparire invecchiato e ingiallito.

Lo sbiancamento, in questi termini può essere l'unico intervento in grado di donare oltre che un aspetto giovane e naturale alla dentatura, una colorazione bianca simile al colore della porcellana, che sebbene innaturale è la più richiesta tra i pazienti italiani e del mondo.

Per quanto riguarda le diverse tecniche di sbiancamento denti esse si distinguono in 2 tipologie che sono lo sbiancamento denti meccanico e sbiancamento denti con sostanze e sbiancamento denti laser a lampade Led.

Lo sbiancamento dei denti meccanico si basa sull'impiego di prodotti ad hoc come pomice e bicarbonato che come si sa, sono potenti sostanze abrasive che se applicate sulla superficie del dente sono in grado di eliminare le macchie gialle e brunastre. Solitamente però, lo sbiancamento meccanico non riesce a restituire brillantezza e bianco naturale a tutta la dentatura, e viene utilizzato come tecnica di preparazione e di base allo sbiancamento denti con sostanze decoloranti che si accompagna ad una pulizia dentale molto accurata per eliminare il tartaro e la placca.  

Lo sbiancamento dei denti con sostanze decoloranti, offre risultati molto buoni anche se vi sono possibili effetti collaterali e svantaggi. Innanzitutto, la tecnica utilizza per sbiancare il dente sostanze aggressive come il perossido di idrogeno e carbammide che penetrando in profondità, consentono di rimuovere le macchie e sbiancare completamente i denti mediante un processo di ossidazione delle sostanza colorate che si depositano nel corso del tempo sullo smalto, rendendolo bianco e brillante.

Gli svantaggi e gli effetti collaterali dello sbiancamento con sostanze decoloranti, però sono diversi e soggettivi e vanno da:

Sensibilità dentale dovuta all'applicazione della sostanza decolorante sui denti. Tale sensibilità, è normale nei primi 2-3 giorni dopo il trattamento ma in alcuni casi, specialmente se sono presenti delle otturazioni, può durare anche nei mesi successivi provocando disagi e dolori.

Irritazione e bruciore sulle gengive nel caso in cui la sostanza decolorante viene a contatto direttamente con la mucosa gengivale. Generalmente questo effetto collaterale viene ovviato, applicando durante il trattamento, delle mascherine di precisione, costruite su un apposito stampo individuale.

Per informazioni su come fare per sbiancare i denti con i rimedi naturali, vi rimandiamo al nostro articolo di approfondimento: Sbiancamento denti fai da te a casa.

 

Sbiancamento denti laser lampade a Led dal dentista:

Il laser, oggi, è uno strumento utilizzato in tutti gli ambiti della medicina e della chirurgia. In odontoiatria estetica, il laser a lampade Led viene utilizzato come ottimo metodo per lo sbiancamento dei denti, perché ha pochi effetti collaterali e buonissimi risultati.

Lo sbiancamento denti laser lampade a Led dal dentista, a differenza dello sbiancamento meccanico e con sostanze decoloranti, è migliore in quanto non vi sono particolari controindicazioni per i pazienti. Fatta eccezione per chi soffre di malattie dentali come  la piorrea, per chi ha denti troppo rovinati o sensibili, donne in gravidanza e in allattamento e per i soggetti allergici alle sostanze contenute nel gel sbiancante.

Il tipo di laser impiegati nel trattamento sbiancante dei denti, sono il Laser a diodi che permette ottimi risultati in termine di sbiancamento di denti ingialliti e con macchie. Laser ad Argon utilizza fotoni ad elevata energia per attivare il perossido di carbonio senza surriscaldare la superficie e il Laser a CO2 che produce però un innalzamento della temperatura all'interno del dente che può sfociare in pulpite.

I laser con lampade Led sono strumenti che utilizzano sorgenti luminose che attivano il gel sbiancante applicato dal dentista, in modo da accelerare lo sbiancamento dei denti. Il gel è costitutito di perossido d’idrogeno può essere attivato da lampade al plasma, laser o luce alogena, o le ultimissime a LED. Questo tipo di lampade, si differenziano poi tra loro in base alla potenza della sorgente e al potere del raggio di azione di diffusione.

Lo sbiancamento dei denti alla poltrona, come viene anche definito lo sbiancamento professionale nello studio dentistico, è una procedura indicata per chi vuole ottenere il massimo risultato nel minor tempo possibile.

 

Quanto dura l'effetto dei risultati dello sbiancamento denti laser a led?

La durata del trattamento di sbiancamento denti al Laser a Led e di tutti i trattamenti sbiancamenti effettuati dal dentista con le altre tecniche, va dai 12 ai 24 mesi. Per cui i risultati non sono permanenti e macchie e denti gialli possono tornare in qualsiasi momento.

A distanza di circa due anni è poi possibile risottoporsi ad una nuova seduta di sbiancamento laser o con sostanze decoloranti.

 

Sbiancamento denti costi 2017: prezzo a seduta

Il costo sbiancamento denti laser a Led professionale, così viene chiamata la procedura per sbiancare i denti fatta dallo specialista, varia molto da città a città, dal tipo di tecnica utilizzata, dal numero delle sedute che servono per completare il trattamento e dallo studio odontoiatrico a cui ci si rivolge. 

Ad esempio, il costo sbiancamento denti al laser a Roma varia dalle 250-300 euro per arcata e prevede:

  • 1 pulizia dentale molto accurata con l'asportazione di tartaro e placca, eventuale cura per denti cariati. In presenza di una o più carie, stati infiammatori o episodi di sanguinamento, lo sbiancamento non può essere effettuato perché potrebbe causare seri danni al paziente.

  • 2 sedute di sbiancamento denti di circa 50 minuti cad. a distanza di  1 o 2 settimana e l'una dall'altra. Durante ogni seduta, viene applicata sulle arcate, il gel sbiancante a base di perossido di carbammide (35%) che viene attivato dalla lampada Led ogni 15 minuti. Al termine delle sedute, si passa alla lucidatura e brillantatura dello smalto con la pasta diamantata.

COPYRIGHT RIMEDISALUTE.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Le informazioni riportate negli articoli del sito RimediSalute.it non devono essere considerate sostitutive al parere medico-specialistico. Si raccomanda pertanto di consultare sempre il proprio dottore di fiducia per un attenta e precisa diagnosi dei sintomi e dei rimedi.
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili

Lascia un commento
Contatti